Sono degli impulsi pressori focalizzati della durata di una frazione di secondo che generano una forza meccanica diretta avente come obiettivo principale la stimolazione di processi riparativi a livello osseo e un effetto antiinfiammatorio nei quadri morbosi a carico dei tessuti molli

Trovano indicazione in numerose patologie osteoarticolari:

 

- Tendinopatie calcifiche della spalla

- Tendinopatie rotulee e quadricipitali

- Tendinopatie del tendine achilleo

- Tendinopatia degli adduttori (pubalgia retto-adduttoria)

- Fascite plantare (sperone calcaneare)

- Epicondilite (gomito del tennista)

- Epitrocleite (gomito del golfista)

- Complicanze delle lesioni muscolari (fibrosi cicatriziale, ossificazione eterotopica)

- Sinoviti aspecifiche delle piccole articolazioni

- Ritardi di consolidazione di fratture ossee

 

I protocolli più utilizzati prevedono da 3 a 5 applicazioni della durata di 5-6 minuti l'una distanziate di 2-7 giorni a seconda della patologia. Durante il trattamento è possibile avvertire dolore che scompare al termine della seduta.

Share by: